Sindrome del Dolore Vescicale (IC/BPS)

Cosa è l’IC/BPS?

La cistite interstiziale/sindrome del dolore vescicale - brevemente chiamata l’IC/BPS - è una condizione cronica e di durata lunga che provoca sintomi urinari dolorosi che influiscono in modo significativo sulla qualità di vita dei pazienti. Con il progredire dell’IC/BPS, il dolore e le frequenti minzioni possono ostacolare gravemente il lavoro, i rapporti sessuali, la vita sociale e il riposo notturno. 

In base alle conoscenze attuali, non esiste una cura definitiva per l’IC/BPS. D'altra parte, i pazienti possono essere senza sintomi per anni e la qualità di vita normale può essere preservata in quanto ottengono il trattamento appropriato. La terapia di mantenimento dovrebbe includere il monitoraggio delle condizioni della paziente per anni, possibilmente durante tutta la vita.

Attualmente, anche nei paesi di assistenza sanitaria più sviluppata, soltanto il 5-10% dei pazienti con IC/BPS viene diagnosticato, sebbene si stima che circa il 2,4% della popolazione ne sia affetta. Sfortunatamente, più tardi viene diagnosticato un paziente, più gravi sono i sintomi dell’IC/BPS. 

La missione dell’Urosystem è offrire una soluzione completa per i pazienti con IC/BPS - dalla diagnosi al trattamento adeguato di vari livelli.

Secondo la definizione dell’Istituto Nazionale di Diabete e Malattie Digestive e Renali (National Institute of Diabetes and Digestive and Kidney Diseases, NIDDK, USA), la cistite interstiziale/sindrome di dolore vescicale (IC/BPS) è una condizione cronica o di lunga durata che causa sintomi urinari dolorosi.[1] I suoi sintomi influenzano in modo significativo la qualità di vita dei pazienti.[2] Con il progredire dell’IC/BPS, il dolore e le minzioni frequenti (che possono superare più di 80 volte al giorno) possono ostacolare gravemente il lavoro, i rapporti sessuali, la vita sociale e il riposo notturno. Altre condizioni croniche avvengono più frequentemente nel caso dei pazienti con IC/BPS rispetto alla popolazione generale.[3]

In base alle conoscenze attuali, non esiste una cura definitiva per l’IC/BPS.[4] D'altra parte, i pazienti possono essere senza sintomi per anni e la qualità di vita normale può essere preservata in quanto ottengono il trattamento appropriato. Dovuto all’aumento del numero di casi diagnosticati e della durata della terapia, nel prossimo futuro l’IC/BPS richiederà sempre più risorse dai sistemi sanitari.